Commissione Politiche Agricole (CPA) della Conferenza delle Regioni. Forte presa di posizione dell’assessore Scilla: “Non ci faremo scippare 400 milioni di euro”


Palermo, 20 gennaio 2021 – Come da programma si è tenuta nel primo pomeriggio la riunione della Commissione Politiche Agricole (CPA) della Conferenza delle Regioni.

Il punto sul quale si è acceso il confronto ha riguardato la posizione della Regione sulla proposta di trasferire risorse economiche dalle regioni del Sud del Paese a quelle del Nord”, ha fatto sapere l’Assessore Regionale all’Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca mediterranea, Toni Scilla, che ha partecipato alla riunione da remoto insieme al Dirigente Generale del Dipartimento Regionale Agricoltura e Autorità di gestione Psr Sicilia, Dario Cartabellotta e al Diregente Area 2, Nino Drago.

Alla recriminazione di Veneto, Emilia-Romagna ed altre regioni del settentrione d’Italia, di azzerare quello da loro considerato un criterio di riparto iniquo e a chiaro vantaggio del Sud, Scilla ha risposto che si tratterebbe di una “proposta contraria al regolamento UE sulla transizione”.

Non permetteremo che la Sicilia venga depredata di una somma ingente, si tratta di centinaia di milioni di euro che verrebbero meno. Alla luce della normativa comunitaria vigente, il modello di riparto già utilizzato nella prima parte della corrente programmazione, 2014/20, deve estendersi per il biennio aggiuntivo 2020/21.

I nuovi criteri di riparto, che dovranno riguardare tutta la nuova PAC, decorrerranno eventualmente dal 2023 quando l’Unione Europea avrà approvato i nuovi regolamenti”. Questa la posizione manifesta dall’assessore nel suo intervento e condivisa dalle regioni del Sud e dall’Umbia.

Intarnsiegente, Scilla, ha anche evidenziato il ruolo del Meridione d’Italia che in una logica di rilancio economico del Paese, specialmente in un momento critico come quello che stiamo attraversando, non può essere sacrificato a errate interpretazioni”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *