Obiettivi


Non c’è obiettivo che io non voglia raggiungere per la mia gente.
La Sicilia fa parte di me, è nel mio DNA, è nel mio nome. Basta aggiungere una “i” e sostituire una “l” con un’altra “i” ed ecco che Scilla diventa Sicilia.
Io la mia isola la rispetto, la onoro e mai la baratterei a fini personali.
La natura con i siciliani è stata magnanima, abbiamo coste e mare invidiabili, un patrimonio storico culturale prezioso, tradizione rurale e culinaria eccezionali. Territori, saperi, mestieri che ancora possiamo recuperare per ridare splendore alla nostra economia.

AGRICOLTURA E PESCA
Entrambi i settori rappresentano linfa vitale per l’economia regionale, sono parte di un patrimonio da tutelare e valorizzare. Ricchi di risorse hanno un potenziale di crescita su cui puntare, attraverso la diversificazione, per sviluppare anche turismo e cultura. Premere sulla sostenibilità sociale e ambientale, (mare, costa e territorio rurale). Promuovere la produzione regionale contrastando la concorrenza di altri paesi. Rendere maggiormente accessibili i fondi comunitari, fare sistema e ammodernare.

SANITÀ
Aumentare le risorse e accorciare i tempi d’accesso al servizio sanitario pubblico. Creare le condizioni ideali affinché sul territorio insistano strutture capaci di accogliere quanti oggi si spostano al nord del Paese. La riorganizzazione del nostro sistema sanitario è una questione per me prioritaria.

TRASPORTI – MOBILITÀ
Lo sviluppo economico e turistico del territorio passa dal potenziamento delle infrastrutture. Strade, ferrovie, aeroporti e porti necessitano di interventi di miglioramento e ammodernamento. Le infrastrutture ferroviarie e stradali in questa parte della Sicilia, come del resto in tutta la regione, rappresentano la chiave di volta per lo sviluppo economico, sociale e turistico da cui non è possibile prescindere per il futuro e il bene della comunità.

TURISMO – CULTURA
Il turismo rappresenta uno dei maggiori fattori economici sul quale investire tutto l’anno.
Il territorio ha il potenziale per mettere in campo offerte svariate e destagionalizzate che vanno dal turismo culturale a quello enogastronomico, dal turismo balneare a quello rurale. L’obiettivo è quello di irrobustire promozione turistica per rispondere ad una richiesta di mercato esigente che punta ad un’offerta completa e capace di soddisfare la voglia di cultura ma anche quella di sport con la nautica da diporto, il pescaturismo, l’ittiturismo, l’agriturismo ed altre forme di vacanza settoriale da abbinare al turismo tradizionale.