Senza categoria

Pesca. Da Martello dichiarazione farneticante

“Dichiarazione farneticante di un politicante a fine carriera”, così l’assessore Toni Scilla replica alla dichiarazione dell’ex sindaco di Lampedusa Martello.

“Comprendiamo la sua amarezza e la sua delusione per aver perso le ultime amministrative a Lampedusa ma se Martello vuole trovare una motivazione alla sua sconfitta deve cercarla nella mancanza di trasparenza e lealtà del suo operato politico. Di fatto chi mente per screditare gli avversari viene poi egli stesso punito”, prosegue Scilla.

“Solo menzogne – prosegue l’assessore – quelle ostentate da Martello: il contributo di 10 milioni di euro inserito nell’ultima finanziaria regionale, sbandierato ai 4 venti dal PD, non è stato attivato semplicemente perché la relativa norma essendo priva di copertura finanziaria certa è stata impugnata dal Governo nazionale.

È già arrivato invece il contributo, Misura Covid, di 10 milioni di euro destinato alle circa 2 mila imprese di pesca siciliane e, con la stessa misura, è arrivato il contributo di 5 milioni di euro ai quasi 5 mila pescatori siciliani.

Attualmente, con fondi europei, stiamo pagando la misura 1.33 – sempre emergenza Covid – che va a destinare un ulteriore supporto economico di 4,1 milioni di euro a tutte le imprese di pesca siciliane.

Stiamo definendo infine un’altra misura emergenziale destinata alle imprese di pesca per 6 milioni di euro e ai pescatori per 4 milioni di euro, grazie ad una rimodulazione di fondi FSC fatta dal Governo regionale allo scopo di fronteggiare l’aumento dei costi, a partire da quelli del gasolio, derivante dal conflitto russo-ucraino”.

“I pescatori e gli armatori siciliani – conclude Scilla – hanno l’intelligenza e la capacità di far distinzione tra chi come Martello vuole speculare sulla pesca siciliana e chi con azioni concrete ha messo il settore al centro dell’azione di governo. La sua brillante carriera politica è ormai giunta al capolinea, Martello se ne faccia una ragione”.

 

I più letti

Recenti